Sistemi diagnostici

Malattie della pelle e caduta dei capelli

Nel nostro metodo di lavoro, la diagnosi dell’alterazione della condizione ottimale (caduta dei capelli) è il punto di partenza essenziale poiché nessun risultato è possibile se non si comprende la causa.

Un punto di forza di ISOlinea è la possibilità di avere sistemi diagnostici della caduta dei capelli per ridurre il campo di azione e passare attentamente ai trattamenti successivi, determinando la buona riuscita del lavoro da effettuare.

Una serie di metodi diagnostici studiati, danno l’opportunità di stabilire la condizione di partenza:

  • stato di salute del cuoio capelluto
  • caratteristiche
  • alterazioni dello stesso
  • la percentuale di ricrescita dei capelli in fase anagena, catagena, telogena
  • qualità della fase anagena
  • quantità della fase anagena
  • maturazione della cheratina
  • valutazione di progressioni della caduta

Abbiamo vari sistemi diagnostici in ISOlinea come l’analisi macroscopica, la videodermatoscopia e la microscopia, metodi, sicuri e senza controindicazioni di alcun tipo.

Grazie al metodo ISOlinea conoscerai tutti i metodi diagnostici per analizzare il cuoio capelluto e la pelle del tuo cliente, che potrebbe essere soggetto a perdita di capelli, alopecia o rossori, utilizzerai la scheda diagnostica che ti permetterà di seguirlo in maniera proattiva e potrai studiare il trattamento corretto e completamente personalizzato, imparando le proprietà ed i principi attivi dei diversi prodotti.

Il corso ti permette l’accesso al Club ISOlinea che ti terrà sempre aggiornato tramite incontri annuali, contatti diretti e consulenza costante.

Macroscopia (Osservazione macroscopica)

Una prima analisi macroscopica porta a determinare se siamo in presenza di cicatrici, atrofie, ustioni, infezioni, dermatite seborroica, psoriasi o altro. Molti parrucchieri per comodità o per mancanza di tempo tendono a non fare la scheda che riporta informazioni e caratteristiche del cliente e lo stato del cuoio capelluto.

Un errore fondamentale è non fissare la condizione delle anomalie del momento e di tenere traccia del punto di partenza quando si inizia a seguire un percorso che porta al riequilibrio di tali anomalie.

Un esame visivo e tattile dello stato dei capelli può evidenziare assottigliamenti o irregolarità dovuti a trattamenti cosmetici non opportuni o prolungati nel tempo. Osservare la quantità di capelli regolari e quelli più corti, le zone in cui sono più o meno concentrate le diradazioni sono aspetti importanti e da monitorare costantemente.

E’ indispensabile avere chiaro cosa sia stato fatto e quando andremo a rifare trattamenti o mantenimenti.
Altri esami preliminari possono essere fatti verificando la trazione allo strappo del capello, se di buona tenuta o di facile asportazione.

Microscopia

Osservazione al microscopio del capello

Infine nella Microscopia 3 sono i sistemi di diagnosi utilizzati dal Metodo ISOlinea:

  • luce polarizzata stelo
  • luce polarizzata bulbo
  • test di Vitalità

Analisi del capello al microscopio in luce polarizzata

Questo ormai è diventato un esame di base in tricologia, tramite una luce polarizzata viene osservato il capello e il bulbo che hanno una particolare rifrazione a questo tipo di luce.
Viene esaminato il ciclo di vita del capello e bulbo, eventuali alterazioni midollari e della guaina; indotte probabilmente da trattamenti cosmetici eccessivi.

L’utilizzo di filtri polarizzati fa emergere dal capello colori che danno chiare indicazioni sul suo stato di salute. Questo ci permette di osservare colorazioni che indicano la struttura dei capelli.
Capire lo stato di salute dello stelo ci indica come abbia lavorato il bulbo, di quanto sia in grado di sopportare i trattamenti chimici che il parrucchiere si appresta ad effettuare.

Inoltre l’utilizzo della luce polarizzata indica la presenza di anidrosi, una carenza di idratazione profonda della pelle, tale informazione è indispensabile per strutturare un trattamento efficace.
Dall’ analisi al microscopio a luce polarizzata emergono ritardi di cheratinizzazione, stati di stress nutrizionale, cheratinizzazione anomala e molto altro.

Test di vitalità del capello

Infine il test di vitalità indica le condizioni di crescita dei capelli come la qualità della cheratinizzazione e della riproduzione cellulare, la quantità della riproduzione cellulare, la possibilità di comprendere in maniera inconfutabile la fase vitale del ciclo dei capelli e identificare in maniera chiara l’evoluzione della caduta di tipo androgenetico e altre anomalie che creano problemi al bulbo pilifero.

Una indagine completa permette di mirare le anomalie in maniera precisa aumentando in maniera significativa i risultati.

Videodermatoscopia

Analisi del cuoi capelluto tramite Videodermatoscopia

Durante la visita tricologica oltre al pull-test (prima macro osservazione del capello), vi è il test di epiluminescenza, o videodermatoscopia del cuoio capelluto.

E’ un esame non invasivo e del tutto indolore, che permette di controllare l’attuale stato di salute del cuoio capelluto. Solitamente viene effettuato da persone che soffrono di alopecia, calvizie e altre patologie del capello più o meno diffuse; per stabilirne lo stato di avanzamento e successivamente le cause.

La videodermatoscopia si avvale di un particolare microscopio per esaminare attentamente il cuoio capelluto della persona, vengono scattate una serie di fotografie che permetteranno un esame più accurato e una base di partenza per le future comparazioni.

Grazie alle foto ad alta risoluzione e ai dati raccolti con il test di videodermatoscopia, vengono analizzati gli aspetti morfologici dei capelli, normalmente non visibili a occhio nudo, come Alopecie Androgeneiche, Ipercheratosi, diametro del capello, densità della fibra e la distanza tra un follicolo e l’altro; alterazioni del fusto del capello, del colore dell’epidermide e persino eventuali alterazioni vascolari.

Evidenziano al cliente stati infiammatori, forfora o zone che hanno un problema coinvolgente in grado di fare vedere al cliente quello che altrimenti non vedrebbe mai.

Queste informazioni ci permettono di individuare eventuali patologie o disturbi del capello per definire in modo più accurato il trattamento ed i prodotti più opportuni per migliorare la salute dei capelli e del cuoio capelluto.